Panorama TV

Bat presenta "Vype Pebble", la nuova sigaretta elettronica

Bat presenta "Vype Pebble", la nuova sigaretta elettronica


La passione per il fumo cambia: nuova platea di consumatori e nuovi prodotti su un mercato da centinaia di milioni di euro solo in Italia che ha ripreso a crescere dopo la flessione degli anni scorsi, seguita al boom delle sigarette elettroniche. La sfida al fumatore del futuro di combatte anche così e British American Tobacco ha scelto l’Italia per lanciare l’ultimo modello di sigaretta elettronica o svapatore, termine col quale un numero sempre maggiore di persone sta imparando a fare i conti.

Si chiama Vype Pebble, ha un design compatto (può stare dentro il palmo di una mano) e innovativo rispetto alle tradizionali sigarette elettroniche, non ricorda forma e utilizzo di una ‘bionda’ e si propone di diventare uno strumento flessibile e comodo per gli amanti del vaping. Una necessità sempre più impellente per chi è dipendente dalla nicotina, ma anche un’esperienza che si può fare in assenza della sostanza e semplicemente inalando una delle sei diverse varietà con cui Vype Pebble è fruibile.

Non è la prima volta che BAT sceglie il mercato italiano per presentare le proprie novità nel confronto con Philipp Morris, l’altro colosso multinazionale del fumo. Già un anno fa Firenze era stata designata per il lancio mondiale della Vype ePen, poi estesa come distribuzione anche al resto della Penisola con ottimi risultati. Vype Pebble si presenta come la sintesi di una lunga ricerca per cercare di venire incontro alle richieste della clientela proseguendo sulla strada dell’abbattimento dei rischi per la salute derivanti dall’utilizzo dei dispositivi di fumo. Il debutto è stato preceduto da una serie di test scientifici e prove di laboratorio ed è stato accompagnato dall’inaugurazione del primo flagship store al mondo. Una vetrina che testimonia anche l’impegno di BAT a investire in Italia.

Presente in oltre 200 paesi in tutto il mondo, British American Tobacco impiega oltre 50mila persone e nel solo 2016 ha investito 196 milioni di euro in Italia in acquisto di macchinari, tabaccodi alta qualità proveniente da Veneto, Toscana, Umbria e Campania e in attività di marketing e distribuzione. Solo una parte del miliardo di euro destinato al nostro mercato nel quinquennio 2015-2019 di cui 416 milioni già messi in circolo.

“Per noi l’Italia è un punto di riferimento importante” ha spiegato Andrea Conzonato, amministratore delegato e presidente di BAT Italia. I nostri campi sono i primi produttori di tabacco di alta qualità in Europa. Con il lancio di Vype Pebble BAT si attende di diventare il primo produttore di NGP (Prodotti di Nuova Generazione) al mondo: un settore del mercato del fumo sul quale i grandi colossi stanno investendo in maniera massiccia per portare il fumatore del futuro ad abbandonare la tradizionale sigaretta offrendo una scelta più ampia e consapevole dei rischi connessi.

AUTORE: Giovanni Capuano

I PIU VISTI