Cinema

L'Aida de La Fura dels Baus, dall'Arena di Verona al cinema - Video

La rappresentazione della compagnia catalana sarà sul grande schermo il 19 febbraio

L'Arena di Verona nell'estate scorsa ha festeggiato i cent'anni dalla prima edizione del suo celebre Festival dell'Opera presentando sullo storico palcoscenico Aida, il capolavoro di Giuseppe Verdi sulla principessa d'Etiopia schiava in Egitto che inaugurò la prima manifestazione del 1913, riproposta nella versione futuristica de La Fura dels Baus.

La regia della compagnia catalana, famosa per la sua cifra innovativa, ha allestito una delle opere più rappresentate nel più grande teatro d'opera all'aperto del mondo, senza rinunciare alla chiave di lettura originale che la contraddistingue.

I melomani, ma anche i neofiti della lirica che vogliono avvicinarsi alla tradizione musicale italiana e internazionale, ora possono rivivere e gustare la regina delle opere sul grande schermo. Mercoledì 19 febbraio, alle 20, sarà infatti possibile ammirare al cinema l'Aida veronese in HD in oltre 90 sale italiane. Microcinema, con il suo programma La Grande Stagione Live 2013/2014, propone fino a maggio alcune delle opere liriche più note e amate, interpretate da grandi artisti internazionali, per avvicinare il pubblico al genere.

Dirige l'opera Omer Meir Wellber, scenografia di Roland Olbeter. Nel cast Giovanna Casolla, Hui He, Fabio Sartori. In questo video in esclusiva un estratto dell'Aida de La Fura dels Baus.

 

La Grande Stagione Live 2013/2014 proseguirà il 4 marzo con Il principe Igor di Alexander Borodin dal Metropolitan Opera di New York, l'8 aprile ancora dal Metropolitan Opera di New York per La Bohème di Giacomo Puccini con il grande ritorno di Franco Zeffirelli che firma regia e scenografia; il 22 aprile dal Teatro San Carlo di Napoli è la volta di Otello, di Giuseppe Verdi, la tragedia della gelosia per eccellenza; dal Metropolitan Opera il 29 aprile l’opera buffa di Wolfgang Amadeus Mozart Così fan tutte, per chiudere il 13 maggio con La Cenerentola di Gioacchino Rossini dal Metropolitan Opera.

I PIU VISTI