Cinema

Code Name Geronimo, il film sull'uccisione di Osama bin Laden - Video in esclusiva

Sarà nelle sale italiane l'8 novembre. Mostrando i dettagli nella preparazione e nell'esecuzione del celebre raid americano nel compound in Pakistan

La notizia della morte di Osama bin Laden , quel 2 maggio 2011, ci arrivò fragorosa. \"Buona sera. Stasera posso annunciare agli americani e al mondo che gli Stati Uniti hanno condotto un'operazione che ha portato alla morte di Osama bin Laden, il capo di al-Qaida e un terrorista che è responsabile dell'uccisione di migliaia di uomini, donne e bambini innocenti\". Queste le parole scioccanti pronunciate da Barack Obama , con calma alle ore 23:35.

Ora, a un anno e mezzo da quell'evento, un film entra nel raid che portò all'uccisione del capo di Al-Qaida e nella sua preparazione. Code Name Geronimo , dall'8 novembre nelle sale italiane distribuito da Koch Media, svela i retroscena di quell'impresa ardita: individuare il nascondiglio del terrorista super ricercato, penetrare nel bunker e freddare il responsabile degli attentati dell'11 settembre.

Panorama.it ve ne offre un estratto video in esclusiva.


Realizzato dai produttori di The Hurt Locker, è diretto da John Stockwell, regista di thriller e pellicole d'avventura per il cinema (Turistas, Blue Crash, Trappola in fondo al mare) e di alcuni episodi di The L-Word per la tv.  

Il film racconta tutta l'operazione che ha portato alla cattura di bin Laden. Protagonisti sono i supersoldati del SEAL Team 6, le forze speciali della marina statunitense incaricate della missione: dall'addestramento alla pianificazione dell'attacco, dai rapporti con la Casa Bianca all'atto finale all'interno del compound pachistano.


\"Ora noi tutti sappiamo qual è stato l'esito finale della decisione presa dal Presidente nell'approvare la missione\" afferma il regista Stockwell. \"Tuttavia, quello che mi ha realmente affascinato sono stati tutti i potenziali esiti disastrosi dell'ordine di procedere con l'incursione, che il film mette in risalto\".

\"Una delle sfide più grandi di questo progetto era quella di riuscire a rimanere al passo con le ultime notizie\" afferma lo sceneggiatore Kendall Lampkin. \"Sembrava che ogni giorno vi fossero nuove informazioni sull'evento che contraddicevano quelle dei giorni precedenti. Le uniche risorse che avevo a disposizione erano giornali e libri militari. Andando avanti nel progetto, consiglieri e consulenti ci hanno aiutato a creare l’intreccio\".


Lampkin, giovanissimo scrittore, si è immerso a capofitto nello studio della documentazione, lavorando giorno e notte, combattendo contro la segretezza che circondava l’intera vicenda. \"Ho letto tutti i documenti che ho potuto avere a portata di mano e ho intervistato chiunque mi potesse dare delle informazioni. Ho intervistato i Navy SEALs in carne e ossa, ed è stato davvero grandioso. Mi ha davvero aiutato a comprendere meglio i pericoli, la posta in gioco e le stesse persone che erano coinvolte in questa missione\".

In America Code Name Geronimo è uscito col titolo Seal Team Six: The Raid On Osama Bin Laden direttamente in tv su National Geographic Channel, il 4 novembre, in una versione \"redux\" e rimontata, a pochi giorni dalle elezioni presidenziali, creando polemiche sulla possibilità di influenzare il voto .

Il film di Stockwell precede sul tempo Zero Dark Thirty, il nuovo film di Kathryn Bigelow sullo stesso argomento che negli States uscirà a dicembre.

I PIU VISTI