Cinema

Il figlio dell'altra, il film sull'identità israeliana e palestinese - Video in anteprima

Uno scambio di culle è alla base dell'opera complessa e profonda della francese Lorraine Lévy. Dal 14 marzo al cinema

Il figlio dell'altra, film della regista francese di origini ebraiche Lorraine Lévy (dal 14 marzo al cinema), ci propone una tematica complessa, che fa riflettere. Immaginatevi che un ragazzo da sempre credutosi israeliano si scopra palestinese, e che un palestinese si scopra israeliano: un vero e proprio shock, per il giovane in questione come per la sua famiglia. E l'accorgersi della vanità di certe rivalità ataviche.


Ecco così che durante la visita per il servizio di leva nell’esercito israeliano, Joseph (Jules Sitruk) scopre di non essere il figlio biologico dei suoi genitori, poiché appena nato è stato scambiato per errore con Yacine (Mehdi Dehbi), palestinese dei territori occupati della Cisgiordania. La rivelazione getta lo scompiglio tra le due famiglie, costringendo ognuno a interrogarsi sulle rispettive identità e convinzioni, nonché sul senso dell’ostilità che continua a dividere i due popoli. A rendere il tutto ancora più complicato è il fatto che la famiglia ebrea e benestante vive a Tel Aviv, l’altra, quella palestinese, si trova chiusa in Cisgiordania in una situazione molto più precaria.

Saranno le mamme (tra queste Emmanuelle Devos) più che i padri, rigidi sulle loro posizioni, ad aprirsi al dialogo e alla comprensione per amore dei loro figli, per anni amati e cresciuti come tali.

Ecco un estratto video del film, in esclusiva.

I PIU VISTI