Cinema

In grazia di Dio, il film di Edoardo Winspeare sulla decrescita - Video del backstage

Dal 27 marzo al cinema, trova una risposta ecologica alla crisi

\"Un piccolo film sulla felicità\". Così il regista pugliese Edoardo Winspeare definisce il suo nuovo lungometraggio, in questo video in esclusiva che ci mostra momenti spensierati del backstage. 

In grazia di Dio, dal 27 marzo al cinema, dopo aver avuto l'anteprima nella sezione Panorama del Festival di Berlino, è una storia amara, come può essere la tensione a cui porta l'attuale crisi economica, ma è anche un racconto ricco di speranza e positività. 

 

In una piccola località del Salento, dove la luce del sud Italia illumina tutto con un'intensità struggente, una famiglia deve chiudere la piccola fabbrica di proprietà e affrontare una realtà opprimente, soffocata da debiti. Venduta la casa, quattro donne dal futuro compromesso devono rifugiarsi nella masseria abbandonata di campagna. Il luogo che inizialmente sembra il simbolo della loro caduta, pian piano apre invece a una nuova opportunità e al recupero di uno stile di vita tanto nuovo quanto in fondo vecchio: la coltivazione della terra e il baratto. 

 

Compone il cast la comunità del posto, di Giuliano di Lecce e dintorni: gli attori infatti non sono professionisti. La protagonista, la riottosa e aggressiva Adele, è la moglie di Winspeare, Celeste Casciaro. Ma ci sono anche il pescatore di Tricase (Angelico Ferrarese), la barista che sogna di fare un film di Ozpetek e poi ci riesce (Barbara De Matteis, che ha recitato in Allacciate le cinture), la cuoca nella mensa di una fabbrica di scarpe (Anna Boccadamo), il muratore (Antonio Carluccio)...

 Segui @simosant_

I PIU VISTI