Cinema

La notte del giudizio, video-intervista a Ethan Hawke

Dall'1 agosto è protagonista di un thriller dalle sfumature horror ambientato in un futuro distopico. L'America è diventata un'oasi senza violenza, tranne per 12 ore all'anno, in cui ogni brutalità è lecita

\"C'è qualcosa di punk rock e di deviato in questo film che mi ha fatto decidere di farne parte\". Niente male la motivazione che ha portato Ethan Hawke a entrare nel cast de La notte del giudizio, thriller dalle sfumature horror che l'1 agosto arriverà nelle sale italiane. In questa video-intervista esclusiva l'ex ragazzo de L'attimo fuggente ci dà anticipazioni sull'inquietante film di cui è protagonista. 

 

Diretto da James DeMonaco, che è anche autore della sceneggiatura, è ambientato in un futuro distopico alquanto originale. 

Gli Stati Uniti del 2022 hanno trovato il loro equilibrio. La disoccupazione è ormai ai minimi storici, quasi inesistente, e i Nuovi Padri Fondatori hanno trovato un sistema per domare la natura umana violenta, lo Sfogo annuale: è consentita una notte di sfogo all'anno, in cui non ci sono regole, ogni tipo di violenza è permessa, per 12 ore, fino alle 7 del mattino successivo. Qualsiasi attività criminale, omicidio compreso, diventa legale. Non è possibile chiamare la polizia. Gli ospedali sono chiusi. È una notte in cui la cittadinanza si autoregola senza il pericolo di essere punita per le sue azioni e che consente per i restanti giorni di vivere senza criminalità. Così gli americani in quel lasso di tempo in cui è ammesso lasciano esplodere i loro istinti più brutali innati, così si \"purificano\", uccidendo con impeto e con ferocia incredibile, facendo delle vittime dei \"martiri\" patriottici. 

 

Hawke è James Sandin, padre di famiglia che ha trovato la fortuna economica nella vendita di sistemi di sicurezza per lo Sfogo annuale. Al sopraggiungere della notte di legale terrore James si blinda in casa con sua moglie (Lena Headey) e i suoi due figli Zoey (Adelaide Kane) e Charlie (Max Burkholder). Ma la \"tranquilla\" routine annuale, in attesa della luce del giorno, prenderà pieghe inaspettate. Che lo metteranno di fronte alla deriva etica in cui è precipitato...

I PIU VISTI