Cinema

Qualcosa nell'aria, eros e ideali negli anni '70 di Assayas - Video in esclusiva

Il film francese che vinse a Venezia come migliore sceneggiatura è in sala dal 17 gennaio. Tra impegno politico e passioni

Dal 17 gennaio Qualcosa nell'aria è nelle sale italiane. Ritratto di adolescenza inquieta nel turbolento inizio di anni '70, alla scorsa Mostra del cinema di Venezia ha vinto il premio come migliore sceneggiatura (titolo di allora, originale, Après mais). Il regista francese Olivier Assayas offre una rappresentazione alquanto realistica e sobria, con lo sguardo sincero di chi quei tempi li ha vissuto in prima persona, da ragazzo dibattuto tra la scia rivoluzionaria post '68 e la passione artistica, più intima e lontana dall'impegno politico.


Panorama.it ve ne offre un estratto video in esclusiva.

Nella clip c'è il protagonista, Gilles (Clément Métayer), in pratica il riflesso del giovane Assayas, con il suo grande amore, la disinibita e perduta Laure (Carole Combes): uno stralcio di amore, eros e sogni, in un'epoca tumultuosa, quando ancora si pensava che la politica e l'attivismo potessero cambiare il mondo.

I PIU VISTI