Cinema

Questione di tempo, il nuovo film di Richard Curtis - Video in anteprima

Lo sceneggiatore diQuattro matrimoni e un funeraleeNotting Hillè alla regia di una commedia sull'amore e sulle cose belle e brutte (sempre ineludibili) della vita

Richard Curtis, l'ideatore del personaggio di Mr. Bean nonché sceneggiatore delle sue avventure, presta la sua verve comica e romantica a una commedia di cui è anche regista, Questione di tempo

Già dietro la macchina da presa per il blockbuster Love Actually - L'amore davvero (2003) e l'ode d'amore al pop anni '60 I Love Radio Rock (2009), il cineasta britannico è però famoso per aver sceneggiato titoli di successo come Quattro matrimoni e un funerale (con tanto di nomination all'Oscar), Il diario di Bridget Jones e Notting Hill.

Ora, con Questione di tempo (dal 7 novembre nelle sale italiane), Curtis ci consegna il suo film più intimo e personale. Ecco un estratto video del film in esclusiva (con tanto di riferimento al nostro Jimmy Fontana).

 

All'età di 21 anni, Tim Lake (Domhnall Gleeson) scopre di poter viaggiare nel tempo. La sera dopo l'ennesima insoddisfacente festa di Capodanno, il padre di Tim (Bill Nighy) dice a suo figlio che gli uomini della sua famiglia hanno sempre avuto la capacità di viaggiare nel tempo. Tim non potrà cambiare la storia, ma può cambiare quello che accade ed è accaduto nella sua vita, ed è per questo che decide di rendere il mondo un posto migliore trovandosi una ragazza. L'impresa si dimostra più difficile di quello che si aspettava. Trasferitosi dalla costa della Cornovaglia a Londra per fare il tirocinio come avvocato, Tim conosce finalmente la bellissima ma insicura Mary (Rachel McAdams). I due si innamorano, ma poi uno sfortunato incidente legato a un viaggio nel tempo fa sì che lui non l'abbia mai conosciuta. I due si ri-incontrano di nuovo ogni volta per la prima volta ma alla fine, dopo tanti tattici viaggi nel tempo, lui conquista il cuore di lei. 

Tim scoprirà però che il suo rarissimo dono non può risparmiargli le sofferenze e gli alti e bassi che vivono tutte le famiglie ovunque nel mondo. 

 

La genesi di Questione di tempo è nata da una conversazione di Curtis e un suo amico su cosa avrebbero fatto se gli avessero detto di avere solo 24 ore di vita rimaste. \"Entrambi abbiamo deciso che avremmo voluto una giornata molto normale a casa con la famiglia, a fare le cose che si fanno di solito\" ricorda Curtis. \"Ho pensato che fosse un punto di vista interessante, e il passo successivo è stato capire come avrei potuto inglobarlo in un film. Doveva parlare di una persona in grado di manipolare la fine della sua vita, o l'intera sua vita in modo da poter decidere quando farla finire. A questo punto ho pensato ai viaggi nel tempo\".

I PIU VISTI