Cinema

La sposa promessa, il fim sul chassidismo ebraico - Video in anteprima

Alla Mostra di Venezia è valso la Coppa Volpi alla giovane Hadas Yaron. Dal 15 novembre arriva nelle sale

Sorpresa della scorsa edizione della Mostra del cinema di Venezia , la giovane israeliana Hadas Yaron è stata la vincitrice della Coppa Volpi come migliore attrice.

E ora arriva nelle sale, dal 15 novembre, il film che le è valso il premio, La sposa promessa, scelto da Israele per rappresentarlo ai prossimi Oscar. Panorama.it ve ne offre un estratto video in esclusiva.


La regista Rama Burshtein, ebrea nata a New York ma diplomata alla Sam Spiegel Filmand Television School di Gerusalemme e da allora molto religiosa, ci offre un interessante spaccato del chassidismo ebraico, dove il matrimonio rappresenta un elemento ancora cardine e le tradizioni sono basilari. Pur in un clima ortodosso e fervente, però, il mondo maschile, a cui è riservato un ruolo più determinante, sa mettersi in ascolto dell'universo femminile.

Da questo universo si stacca la voce confusa ma responsabile della protagonista Shira, interpretata appunto dalla Yaron, una ragazzina, già promessa sposa a un giovane della sua età. Quando però accade un evento imprevisto, Shira dovrà decidere se stravolgere il suo futuro per sposare invece del ragazzo già designatole il vedovo di sua sorella, Yochay (Yiftach Klein), il padre di suo nipote.

A condizionarla, spronarla, aiutarla nella sua scelta tra desideri personali e volontà della famiglia, ci sono la zia non sposata (Razia Israely) e la madre Rivka (Irit Sheleg).


In questa clip vediamo proprio la madre, in dialogo con la suocera della figlia defunta, disperata all'idea che Yochay possa risposarsi con una donna lontana e trasferirsi portando via il nipotino.

I PIU VISTI