Cinema

Tout est pardonnè, il film d'esordio di Mia Hansen-Løve - Video in anteprima

Mymovieslive! lo distribuisce per la prima volta in Italia, in streaming gratuito. Ve ne presentiamo un estratto

La francese Mia Hansen-Løve ha trentadue anni e già tre lungometraggi alle spalle che la pongono come una delle giovani voci più interessanti della cinematografia europea.

Dopo un debutto come attrice nelle pellicole di Olivier Assayas, è la regia a conquistarla. La sua opera seconda, Il padre dei miei figli, piccola perla con la nostra Chiara Caselli, ha vinto il premio speciale della giuria della sezione Un Certain Regard al Festival di Cannes 2009.

Il suo terzo lavoro Un amore di gioventù, uscito nelle sale italiane nel giugno 2012, ha ricevuto una menzione speciale al Festival di Locarno.

La sua cifra stilistica è di un naturalismo ora caldo, ora più distaccato, sempre attento all'esplorazione più intima dei suoi personaggi. Con la macchina da presa si insinua in contesti famigliari, nelle pieghe di relazioni sentimentali, tra turbamenti adolescenziali. 

 

Il suo film d'esordio Tout est pardonnè è ancora inedito in Italia, mai distribuito. Ora però è possibile vederlo grazie all'anteprima web gratuita sulla piattaforma Mymovieslive!, in collaborazione con Teodora Film: oggi, lunedì 30 settembre, alle 21.30 sarà possibile vederlo in streaming. Panorama.it ve ne offre qui un estratto video in esclusiva

Accolto calorosamente dalla critica internazionale alla Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes 2007, indaga con raffinatezza i confini del comportamento umano di fronte allo spinoso tema della tossicodipendenza. Interpretato da Paul Blain e Marie-Christine Friedrich, restituisce la complessità dei sentimenti e delle relazioni tra i membri di una famiglia che precipita in una spirale ineluttabile di solitudine e sofferenza.

Per accedere alla proiezione on line di Tout est pardonnè basta collegarsi alla pagina www.mymovies.it/live/, registrarsi e attivare un abbonamento gratuito (OPEN). Sembrerà di trovarsi davvero in una sala cinematografica, dove le visioni iniziano a un preciso orario (non è possibile fermare la riproduzione tuttavia, grazie al DVR, si può iniziare la visione fino a un'ora dopo).

I PIU VISTI