Lifestyle

"The Cal", il calendario Pirelli 2016 - video

Ecco il video del calendario Pirelli 2016, realizzato da Annie Leibovitz e presentato oggi

E' stato presentato a Londra quello che per tutti è "The Cal", il calendario Pirelli 2016. Un oggetto diventato di culto per migliaia di appassionati in tutto il mondo che ne collezionano tutti e 43 le diverse edizioni.

Il calendario Pirelli 2016 è stato realizzato dalla grande fotografa americana Annie Leibovitz che ha scelto di evitare il nudo integrale intraprendendo una diversa strada comunicativa che ha così spiegato alla stampa:

"Quando Pirelli mi ha contattato mi hanno detto che desideravano intraprendere un percorso diverso rispetto al passato. Hanno suggerito l'idea di fotografare donne che in qualche modo si sono distinte. Ci siamo trovati d'accordo, l'obiettivo successivo è stato quello di essere molto diretta. Volevo che le fotografie mostrassero le donne esattamente come sono, senza artifici".

Protagoniste del calendario Pirelli 2016 una serie di donne che si sono rese protagoniste nell'anno che va a terminare di qualcosa di importante. C'è Patti Smith e la sua anima rock, che Serena Williams in tutta la sua potenza ma anche Yoko Ono, Yao Chen, Amy Schumer

Pro"Quando Pirelli mi ha contattato - ha raccontato Leibovitz durante la presentazione - mi hanno detto che desideravano intraprendere un percorso diverso rispetto al passato. Hanno suggerito l'idea di fotografare donne che in qualche modo si sono distinte. Ci siamo trovati d'accordo, l'obiettivo successivo è stato quello di essere molto diretta. Volevo che le fotografie mostrassero le donne esattamente come sono, senza artifici". "Quando Pirelli mi ha contattato - ha raccontato Leibovitz durante la presentazione - mi hanno detto che desideravano intraprendere un percorso diverso rispetto al passato. Hanno suggerito l'idea di fotografare donne che in qualche modo si sono distinte. Ci siamo trovati d'accordo, l'obiettivo successivo è stato quello di essere molto diretta. Volevo che le fotografie mostrassero le donne esattamente come sono, senza artifici"."Quando Pirelli mi ha contattato - ha raccontato Leibovitz durante la presentazione - mi hanno detto che desideravano intraprendere un percorso diverso rispetto al passato. Hanno suggerito l'idea di fotografare donne che in qualche modo si sono distinte. Ci siamo trovati d'accordo, l'obiettivo successivo è stato quello di essere molto diretta. Volevo che le fotografie mostrassero le donne esattamente come sono, senza artifici"."Quando Pirelli mi ha contattato - ha raccontato Leibovitz durante la presentazione - mi hanno detto che desideravano intraprendere un percorso diverso rispetto al passato. Hanno suggerito l'idea di fotografare donne che in qualche modo si sono distinte. Ci siamo trovati d'accordo, l'obiettivo successivo è stato quello di essere molto diretta. Volevo che le fotografie mostrassero le donne esattamente come sono, senza artifici".

I PIU VISTI