Lifestyle

Under Armour arriva in Italia: attesi 20 monomarca entro il 2023

Siglata la partnership tra il brand americano di sportswear Under Armour e il Gruppo Oberalp, che possiede anche Salewa e Dynafit

Il brand americano Under Armour, che letteralmente significa «sotto l’armatura», punta al mercato italiano e con il gruppo di Bolzano Oberalp, di proprietà della famiglia di Heiner Oberrauch, fissa un obiettivo molto ambizioso: aprire 20 monomarca entro il 2023 per imporsi sul mercato sportivo nazionale con la stessa forza con la quale, un ventennio fa, si è affermato su quello statunitense.

Da quando, nel 1995 Kevin Plank, ex giocatore di football americano, capitano dell’Università del Maryland, ebbe l’intuizione di brevettare T-shirt particolari da indossare sotto la divisa da gioco, che facilitassero una migliore traspirazione della pelle, la scalata e poi il superamento da parte del colosso di Baltimora è stata inarrestabile. Conosciuto negli Stati Uniti come «brand controcorrente e innovativo»,oggi Under Armour è il secondo player del mercato sportivo americano, dopo Nike: l’azienda ha chiuso il 2015 con ricavi per 3,9 miliardi di dollari (circa 3,6 miliardi di euro), in crescita del 28,5%, e profitti per 232,5 milioni (circa 213,8 milioni di euro), in aumento dell’11,7%.
In Europa ha una propria sede ad Amsterdam, a cui si aggiungono uffici in Francia, Germania, Regno Unito e ora anche in Italia, a Bolzano.

Tanto amato dal giocatore dell’NBA Stephen Curry, dal nuotatore Michael Phelps, dal tennista Andy Murray, dalla ballerina di fama mondiale Misti Copeland e perfino dalla top model Gisele Bündchen, divenuti in questi ultimi anni anche testimonial, la collezione Primavera/Estate 2017 Under Armour sarà distribuita nei negozi italiani a partire da gennaio 2017

AUTORE: Cristina Piccinotti

I PIU VISTI