News

Auto pirata Roma: il padre copre il figlio

"Ero io al volante" ha detto l'uomo. Ma per la Polizia mente; alla guida dell'auto pirata c'era il figlio, minorenne, ancora ricercato

"Sono stato io". Dal campo nomadi nel quartiere Primavalle di Roma parla il papà di uno dei due minorenni ricercati per la strage di due giorni fa. L'uomo ha confessato di essere stato lui e non il figlio alla guida dell'auto prima sfuggita all'alt della Polizia e che nella sua fuga a 180km/h ha travolto un gruppo di persone sulle strisce pedonali, uccidendone una e ferendone altre 8 in maniera grave.

La confessione dell'uomo però per gli inquirenti è un chiaro tentativo di coprire il vero responsabile, insomma, una bugia. Alla guida dell'auto infatti ci sarebbe stato proprio il ragazzo al momento ancora ricercato.

Intanto esplode la rabbia degli abitanti del quartiere che con una fiaccolata hanno chiesto la chiusura del campo rom abusivo

I PIU VISTI