News

Blitz neofascisti nelle scuole? Giudicate voi

Nuova protesta di Lotta studentesca davanti a un liceo romano. Noi c'eravamo.

Lunedì i blitz del Blocco studentesco, costola giovanile dei “fascisti del terzo millennio”  di Casapound, nei licei Mameli e Giulio Cesare di Roma; martedì quelli di Lotta studentesca, legata a Forza Nuova, nel cortile del Galileo Galilei, all'Azzarita e all'Alberti. Oggi di nuovo davanti al liceo Augusto in zona San Giovanni “Non abbiamo mai inneggiato al Duce – smentisce a Panorama.it il responsabile romano del Blocco studentesco Rolando Mancini in merito alle numerose testimonianze secondo cui l'irruzione al Giulio Cesare sarebbe avvenuta al grido di “Viva il Duce” – Sarebbe stato assurdo farlo. Volevamo solo realizzare un flash mob goliardico, invece ci hanno accusato di azioni violente. Non volevamo spaventare nessuno. Non ci aspettavamo di suscitare una reazione del genere”.

Numerose, infatti, sono state le reazioni di protesta dal mondo politico. Il Pd ha chiesto al governo di riferire in aula su quali eventuali azioni di repressione voglia mettere in campo nei confronti di associazioni che fanno \"apologia del fascismo\" che è reato secondo la legge italiana.

“Non sono gesti goliardici da sottovalutare – commenta Giulio Vasaturo, criminologo dell’Università “La Sapienza” di Roma, esperto nell’analisi dei fenomeni di violenza politica -  I blitz nei licei romani dei sedicenti neofascisti del terzo millennio mirano a fare proselitismo, in vista delle prossime scadenze elettorali. Dietro questa mobilitazione c’è un preciso disegno eterodiretto volto ad estremizzare il confronto politico, in vista del rinnovo dell’Assemblea capitolina”.

Eppure oggi Panorama.it davanti all'Augusto c'era. Non si trattava di un'iniziativa del Blocco studentesco bensì di Lotta studentesca. E di neofascisti in giro non ne abbiamo visti. al massimo uno striscione, due fumogeni, qualche slogan e poi tutti in classe.

I PIU VISTI