News

Corea del Nord: il racconto di Shin Dong-hyuk

Dopo il libro che racconta la sua storia, continua a girare il mondo come testimone degli orrori vissuti in Corea del Nord

Shin Dong-hyuk, nato e cresciuto in uno dei peggiori campi lager della Corea, ha raccontato al mondo la sua storia nel libro "Fuga dal Campo 14” (Codice Edizioni, 2014): una storia fatta di violenze fisiche e mentali, dove gli uomini rinchiusi smettono di provare qualsiasi sentimento. E l'unica lotta è quella della sopravvivenza a ogni costo, al di là dell'immaginabile.

In questi campi lui ha vissuto ben 23 anni, credendo che fuori non esistesse nulla di diverso dalla realtà che viveva. Oggi, dopo quasi 10 anni dalla sua fuga, ha una missione: aiutare il suo popolo (i nordcoreani) a prendere coscienza di ciò che esiste al di là del confine.
Di capire che la vita può essere vissuta pienamente, in libertà. E non solo attraversata, giorno dopo giorno, schiavi di un regime dittatoriale che priva ogni essere umano della sua stessa essenza e dignità.

I PIU VISTI