News

Corte di Strasburgo: Bruno Contrada non andava condannato

L'UE ribalta la sentenza dei tribunali italiani. All'epoca dei fatti il reato contestato "non era sufficientemente chiaro"

Bruno Contrada non doveva essere condannato per il reato di concorso esterno in associazione mafiosa. Lo ha stabilito la Corte di Strasburgo che applicando l'articolo 7 della Convenzione Europea su Diritti dell'Uomo – non si può essere condannati in assenza di una norma –  ha ribaltato la sentenza della giustizia italiana e 23 anni di processi iniziati con le accuse del Pm Antonino Ingroia. "Dal 1992 a oggi ho tentato in tutti i modi di dimostrare la mia innocenza – ha dichiarato Contrada il quale ora, all'eta di 84 anni, proverà ad ottenere la revisione della condanna.

I PIU VISTI