News

Chiasso: Presentazione Esercitazione Odescalchi

Un'esercitazione transfrontaliera che ha verificato la cooperazione delle strutture di coordinamento in emergenza

Oggi, martedì 21 giugno, alle ore 09:00 si è svolta la presentazione, presso il Palapenz di Chiasso, dei risultati dell'esercitazione Odescalchi.

Ma di che cosa si tratta? Odescalchi è un'esercitazione congiunta tra i sistemi di Protezione Civile Italiana e Svizzera che interesserà uno scenario di emergenza transfrontaliero. L'evento è promosso dall’Esercito del Canton Ticino Svizzero con il coinvolgimento dell’Esercito Italiano, in accordo con il Canton Ticino della Confederazione Svizzera, la Prefettura di Como, la Regione Lombardia e con il supporto del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile. Lo scenario dell’evento simulato (periodo 19-21 giugno 2016) prevede un incidente ferroviario nella stazione svizzera di Chiasso, con conseguente innesco di esplosioniincendidanni alle infrastrutture e interruzione delle comunicazioni, eventi che genereranno ripercussioni anche in territorio italiano.

Lo scopo dell’esercitazione è verificare l’effettiva funzionalità delle strutture di coordinamento in emergenza, anche attraverso la cooperazione transfrontaliera nelle attività di protezione civile. In questo contesto, l’Esercito Italiano testerà le modalità di cooperazione con l’omologa componente svizzera.

L’Esercito Italiano parteciperà alla maxi esercitazione con un ospedale da campo a supporto di attività sanitarie locali fornito dal 3° Reparto di Sanità, un ponte galleggiante motorizzato per la viabilità a cura del 2° Reggimento Genio Pontieri, elicotteri per le attività di search and rescue a cura del 4° Reggimento Avessi Altari, con un posto comando avanzato schierato dal 10° Reggimento Genio Guastatori, assetti specialistici del Reggimento Genio Ferrovieri del 7° Reggimento NBC e del 1° Reggimento Trasmissioni.

Tutti i reparti della Forza Armata saranno coordinati sul campo dal Comando Forze di Difesa Interregionale Nord di Padova, guidato dal Generale di Corpo d'Armata Bruno Stano. Tale Ente è deputato alle attività di comando e controllo in tutta l'area centro-settentrionale della Penisola in caso di pubbliche calamità.

AUTORE: teobaldosemoli

I PIU VISTI