News

L'ultimo appello dei genitori di Charlie Gard

"Volevamo che il nostro bambino morisse a casa, nel suo letto vicino a noi. Ci hanno detto di no". Respinta l'ultima richiesta ai genitori del bimbo che oggi morirà

L'ultimo appello dei genitori di Charlie Gard


"Lasciate almeno che possa morire in casa sua, sul suo lettino, con le lenzuola che non ha mai provato; vicino a noi. Ci hanno detto di no". E' l'ultimo straziante video dei genitori del piccolo Charlie, il bambino inglese di 10 mesi affetto da una rarissima malattia che oggi morirà dopo la decisione del tribunale britannico confermata dalla Corte di Strasburgo di staccare le macchine senza tentare una cura sperimentale negli Usa.

"Abbiamo promesso al nostra bambino ogni giorno che lo avremo riportato a casa - dicono nel filmato Chris Gard e Connie Yates - volevamo fargli il bagnetto e metterlo nella sua culla in cui non ha mai potuto dormire ma ce lo hanno negato. Sappiamo solo che nostro figlio morirà, in ospedale, ma non abbiamo alcuna voce in capitolo sul come e quando accadrà".

LA vicenda del piccolo Charlie sta tenendo banco in tutto il mondo, dividendo e scuotendo l'opinione pubblica

I PIU VISTI