News

Morte Lo Porto: tutti gli errori del raid Usa

Errori, silenzi, problemi di comunicazione; tutte le ombre sull'operazione del drone della Cia che ha ucciso l'ostaggio italiano

Il giorno dopo l'annuncio del presidente Usa dell'operazione gestita da un drone della Cia contro un leader di Al Qaeda che ha portato alla morte però anche di due ostaggi nelle mani dei terroristi, tra cui l'italiano Giovanni Lo Porto, emergono dubbi e domande.

Soprattutto perché poche settimane prima del raid i set zii segreti italiani avevano ottenuto la prova che Lo Porto fosse ancora vivo e le trattative per la sua liberazione erano partite con successo.

I nostri 007 però non sapevano che i loro colleghi della Cia erano sulle tracce di un leader di Al Qaeda ed hanno dato il via libera all'operazione per la distruzione del suo bunker ed alla sua uccisione. Non sapendo però che quel luogo era anche la prigione di Lo Porto e dell'altro ostaggio americano Warren Weinstein.

Domande ed dubbi anche sul ritardo nella comunicazione del blitz fallito. L'azione infatti è avvenuta lo scorso gennaio mentre la notizia è stata data solo ieri da Barack Obama

I PIU VISTI