News

Università: il discorso ironico dello studente contro la politica

L'ironia per raccontare quello che dovrebbe, l'amarezza per descrivere la realtà dell'università italiana nel discorso di questo studente di Torino

Università: il discorso ironico dello studente contro la politica


E' diventato quasi un "manifesto programmatico" il discorso di Marco Rondina, il rappresentante degli studenti dell'università Politecnico di Torino davanti al rettore, a decine di altri professori e docenti oltre a politici e uomini delle istituzioni. Il suo discorso infatti è cominciato con una introduzione piena di ironia ma intrisa di amarezza in cui raccontava del mondo universitario italiano senza numero chiuso, senza problemi di docenti, con grosse possibilità di sbocchi nel mondo del lavoro al punto che "il tasso di disoccupazione giovanile è ormai prossimo allo zero...".

Frasi che sbalordivano un po' tutti i presenti, fino all'amara confessione: "questo era il discorso che avrei voluto fare ma purtroppo la realtà è ben diversa"...

A quel punto Rondina ha raccontato, uno per uno, i mali e le pecche del sistema universitario: il calo degli iscritti e dei laureati per cui l'Italia è uno degli ultimi paesi d'Europa, la riduzione dei docenti ("che significa una peggiore offerta per i giovani"), una politica che negli ultimi anni "non ha fatto nulla per invertire questa tendenza".

I PIU VISTI