Panorama TV

Spelonga: rifugiati in una baita isolata in attesa dei soccorsi

Dopo che la loro casa è andata distrutta dal terremoto, Dante Camacci, pastore, si è trasferito con la sua famiglia in una baita, che ora la neve ha quasi completamente sepolto: "Ce ne sono due metri sopra il tetto, che non riusciamo a tirare via. Rischiamo seriamente di rimanere sepolti"

Temono che le loro pecore possano essere morte e hanno paura per la loro stessa vita. I soccorsi, già chiamati ripetutamente, non li hanno ancora raggiunti

I PIU VISTI