Sport

Ilaria, vita da "sirena"

Ilaria Molinari con la sua "coda" ha stupito i presenti alla piscina Y-40 di Montegrotto Terme

E' stata Ilaria Molinari, pluricampionessa italiana di apnea, a fare da madrina al primo anniversario di Y-40, già ribattezzata "piscina dei record", perché in effetti è già entrata nel registro del Guinness dei Primati, a giugno 2014, per essere la piscina più profonda al mondo: con i suoi 42 metri e le acque termali, che sgorgano già calde dal terreno ( e vengono raffreddate a 32-34°), è unica al mondo e si trova a Montegrotto Terme, sui colli euganei. Oltre 100.000 mila i visitatori in un anno da tutto il mondo, molti dei quali subacquei e apneisti, perché Y-40 è un vero paradiso per gli appassionati e i professionisti dell'acqua. Qui si allena anche la Nazionale italiana di nuoto sincronizzato che, fresca della medaglia d'argento nel libero combinato alla prima finale della Coppa Europa in Olanda, si sta ora preparando ai Mondiali di fine luglio e si è esibita in vasca. Se testimonial di Y-40 è Umberto Pellizzari, che qui tiene corsi di apnea, a precedere le "azzurre" c'erano anche Stefano Figini, record mondiale di nuoto pinnato, e  George Bovel III, nuotatore di Trinidad e Tobago, primatista mondiale, plurimedagliato anche alle Olimpiadi. La struttura, voluta e progettata dall'arch. Emanuale Boaretto, è anche una "palestra" importantissima per la ricerche medico-scientifica in ambito subacqueo, come ha dimostrato l'impresa di Alberto Calesella, subacqueo tra i più esperti al mondo, che dopo aver registrato il record indoor di discesa e risalita autonoma in bicicletta lo scorso gennaio, ora si è immerso per 7 ore, con indosso sensori ecodoppler, misuratori di sali minerali, pressione e urine, dando il via ad una campagna di ricerca in collaborazione con il CNR di Pisa, l'Università di Padova, DAN Europe e la camera iperbarica di Zingonia (Bg).

I PIU VISTI