Sport

Luca Rizzotti: "Ecco tutte le emozioni del foil"

Tutte le caratteristiche ed i segreti della barca a vela più veloce (ed emozionante) del mondo illustrate dall'ideatore di "The Foiling Week"

Luca Rizzotti: "Ecco tutte le emozioni del foil"


Nel corso della Foiling Week 2017 a Malcesine sul lago di Garda Luca Rizzotti, organizzatore dell’evento e grande appassionato di vela e di foil, ci ha spiegato le caratteristiche di questa barca e come funziona questa tecnologia che, quando fu inventata nel dicembre del 1869 da un parigino, Emmanuel Denis Farcot, fu chiamata “Hydrofoil”. Fatto curioso è che una delle prime barche volanti fu progettata dall’italiano Enrico Forlanini, all’inizio del ‘900 sul Lago Maggiore. La barca dotata di hydrofoil si rivelò sin da subito molto più veloce, proprio perché sollevandosi in navigazione diminuiva la resistenza all’acqua. Per molti anni però la tecnologia rimase chiusa in un cassetto, anche per i costi, fino a poco tempo fa proibitivi del carbonio, materiale impiegato oggi per costruire catamarani e barche a vela.

Tecnicismi a parte, vedere queste barche prendere il volo sull’acqua è davvero sorprendente. E l’emozione di guardarle veleggiare in sospensione, a quella velocità, annulla la noia che a volte si può provare seguendo una regata di barche a vela tradizionali.

«Le barche a vela dotate di foil sono dotate di scafo, timone e deriva» dice Rizzotti, che aggiunge «una parte del mondo tradizionale della vela le considera degli aerei che si sollevano e volano a pelo d’acqua. Ma sono barche a tutte gli effetti».

Tra gli aspetti più emozionanti di veleggiare con una barca foil, oltre alla velocità, c’è il silenzio che si prova quando si è a bordo: «l’acqua non batte sullo scafo e quindi non produce alcun rumore», conclude Rizzotti.

Per sentire il silenzio e provare l’emozione di veleggiare a velocità superiori, non si può far altro che provare dal vivo l’esperienza di salire a bordo. Sul Lago di Garda la prima edizione del 2017 è terminata da poco, ma nuove tappe attendono gli appassionati. I prossimi appuntamenti sono a Miami (novembre 2017), Punta dell’Est (Febbraio 2018) e Sidney (Marzo 2018)

I PIU VISTI