Sport

Sul Monte Bianco con Mizuno Breath Thermo

Diario di due giorni a cospetto della montagna più alta d'Europa

Weekend al cospetto del Monte Bianco con Mizuno Breath Thermo


Il divertimento è assicurato per tutti gli appassionati di sci, snowboard e freerider, che sulle cime innevate ritrovano il proprio habitat. Anche se si è fatta attendere una candida nevicata ha ricoperto la skiarea di fronte alla catena del Monte Bianco, tra le pendici della Val Veny a nord-ovest e l'altipiano del Chécrouit sul versante nord-est. E la stagione di sport (e vacanza) a Courmayeur e dintorni è decollata.

Piste innevate, ma non solo, c’è sempre qualcosa da fare ai piedi del monte Bianco, una delle poche mete montane & mondane nel cuore della Valle d’Aosta. Una funivia da record che porta fino al tetto del mondo, ciaspolate nei boschi e, al rientro, un tuffo nelle acque termali di Pré-Saint-Didier, le più rinomate e famose per le proprietà rilassanti, ricostituenti e antireumatiche.

La SkyWay Monte Bianco è tra le opere più avveniristiche dell’ingegneria. Un impianto realizzato interamente in vetro e acciaio con cabine che ruotano su se stesse per garantire una visione a 360° delle meraviglie alpine che si attraversano prima di raggiungere la terrazza panoramica di Punta Helbronner, a 3462 metri. Sul “tetto d’Europa” si mangia, si chiacchiera, si fanno acquisti nello shop.

Un’attività da fare in gruppo o in coppia, meglio se in compagnia di una guida escursionistica che conosca il percorso, è una ciaspolata in Val di Rhêmes Notre-Dame, una delle valli del Parco Nazionale del Gran Paradiso. Accessibile a tutti è il percorso ad anello che incrocia l’Alta via numero 2, la stessa che, al disgelo, diventa una (minima) parte della gara di endurance trail Tor de Géant, una corsa da 330km su 24000 metri di dislivello positivo.

E dopo la fatica, il momento del piacere arriva al rientro a Pré-Saint-Didier, il bellissimo paesino rinomato sin dall'antichità, in epoca romana, per le sue sorgenti termali che sgorgano nella grotta artificiale alla base dell'Orrido di Pré-Saint-Didier. Famose per le proprietà rilassanti, ricostituenti e antireumatiche il fascino del centro termale diventa unico quando il tramonto illumina la bianca cima del Monte o la neve ricopre tutto come un manto uniforme che cede solo a confronto dell'acqua fumante.

Cosa mettere in valigia:
Non può mancare la giusta attrezzatura e l’abbigliamento adeguato perché il viaggio sia perfetto, soprattutto quando le condizioni atmosferiche si fanno critiche. Testata con successo per voi è l’innovativa tecnologia Breath Thermo di Mizuno, il filato termico del brand giapponese che assorbendo l’umidità prodotta dal corpo durante l’attività sportiva, trasforma il sudore in calore. Oltre a una protezione costante e ideale del corpo, la tecnologia Mizuno garantisce una funzione antibatterica e deodorante che migliora il confort e le prestazioni. Un solo consiglio: sempre meglio vestirsi a strati. L’ideale è indossare un baselayer di qualità, un secondo strato di medio livello termico e un guscio imbottito.

I PIU VISTI