Lifestyle

Fidenza: Agosto è il mese del food

Cucinare con gli insetti, con le erbe selvatiche, per gli animali e non solo. E' il food il protagonista degli eventi d'agosto di Fidenza Village

Il buon cibo e la cultura gastronomica saranno il fil rouge dell’agosto di Fidenza Village: fino al 30 agosto, infatti, ogni giovedì sarà dedicato all’approfondimento di un trend in materia di food. Con il progetto “International Food Festival”, Fidenza Village, uno degli 11 vilaggi di The Bicester Village Shopping Collection di Value Retail in Europa e in Cina, vuole offrire ai propri ospiti un vero e proprio viaggio alla scoperta dei sapori autentici,nazionali e internazionali, interpretando al meglio il proprio ruolo di “shopping tourism destination”.
Giovedì 9 agosto, l’Associazione Wood*ing Lab animerà uno showcooking condotto da Lorenzo Pieroni, che preparerà dal vivo biscotti, partendo da corteccia d’abete e licheni: gli ospiti di Fidenza Village avranno la possibilità di degustare gratuitamente questi biscotti.

Giovedì 16 agosto, invece, la pet chef Kiki Pelosi realizzerà alcuni cupcake per gli animali ospiti di Fidenza Village: sarà l’occasione per allestire un’area dedicata, con angolo ristorazione e toilette, che andrà ad espandersi nei mesi successivi.

Il quarto appuntamento dell’International Food Festival, 23 agosto, sarà dedicato alla cucina con gli insetti. In una sorta di gioco/contaminazione tra cucina classica e novel food, la food designer Giulia Tacchini e la biologa e comunicatrice scientifica Giulia Maffei, sostenitrici del motto “Insetti commestibili per un futuro più sostenibile”, proporrano un menu particolare, con spaghetti e biscotti preparati con farina di grillo e polpette di camole.

La chiusura dell’International Food Festival di Fidenza Village sarà nel segno della mixology: giovedì 30 agosto, infatti, sarà ospite Franco “Tucci” Ponti, cresciuto come bartender tra Parigi, Londra, New York e Los Angeles, ora a Milano. Ponti parlerà della golden age che i cocktail stanno vivendo in Italia, proponendo le creazioni più innovative del momento, basate su combinazioni inusuali come gin e alghe, vodka ed erbe selvatiche.

Wood*ing – wild food lab 
Wood*ing – wild food lab è un laboratorio di ricerca e sperimentazione sull’utilizzo del cibo selvatico per l’alimentazione e la nutrizione umana. Studiamo, raccogliamo, cataloghiamo, analizziamo, e sperimentiamo vegetali selvatici o parti di essi ritenuti commestibili e adatti all’uso umano, il loro utilizzo, l’elaborazione di prodotti, e la loro conservazione. Il cibo selvatico, disponibile nei nostri ecosistemi, è un’importante risorsa alimentare e culturale esistente a impatto quasi nullo sul pianeta. Conoscere la possibilità di utilizzare cibo ad origine spontanea, ci spinge ad approfondire la conoscenza e lo studio del mondo vegetale, delle piante disponibili e del loro uso, avvicinandoci all’etnobotanica e a comprendere il modo complesso con cui il cibo è legato alla nostra esistenza, alla salute del pianeta terra e dei suoi equilibri. Valeria Margherita Mosca è chef, forager e direttrice di Wood*ing Wild Food Lab, Il primo food lab al mondo di ricerca e catalogazione sull’utilizzo del cibo selvatico per l’alimentazione umana. Partecipa a numerosi congressi tematici nazionali ed internazionali  ed è consulente di numerose realtà dell’alta gastronomia mondiale. Lavora a stretto contatto con diverse organizzazioni, sia nazionali che internazionali, coinvolte nelle ricerca legata all’ambiente e all’alimentazione sostenibile come Mountain Wilderness, ERSAF, Legambiente, Nordic food lab. Ha scritto il libro Wild Mixology edito da Mondadori, tecniche di gastronomia applicate alla miscelazione, creando drink con soli alimenti vegetali endemici e selvatici e tecniche  innovative di lavorazione e conservazione della materia. Nell’autunno del 2017 inaugura a Milano il Wood*ing bar, il primo bar endemico al mondo, dove vengono serviti piatti e cocktail rigorosamente a base di alimenti selvatici.
www.wood-ing.org

Kiki Pelosi
Mi chiamo Kiki e adoro i Pelosi, di qualsiasi genere.
Quelli ricci, quelli con le corazze dure, quelli liscissimi e fascinosi o quelli tutti scompigliati, sgarrupati, sdentati, sempre affamati. Amo tutti gli animali e la mia affinità con il loro mondo mi dà energia e positività, ogni giorno. Io sono la persona da chiamare quando volete festeggiare un compleanno a 4 zampe o anche… la consulente per trovare l’accessorio giusto per un’occasione speciale. Fare festa, celebrare, far volare coriandoli e palloncini e farlo in modo cool, tenero, glam, magico, formale o pazzo. Gli amici a 4 zampe o a 2 zampette meritano di essere festeggiati perché sono parte di noi. Festeggiare per me significa celebrare le loro peculiarità, la loro tenerezza, la fedeltà, il loro personalissimo modo di essere cani, gatti, tartarughe, coniglietti, uccellini… compagni di viaggio, di vita, di scherzi e pasticci a non finire. E perché no, festeggiare anche per ricordare, per avere quella foto magnifica che porteremo sempre nel cuore  o in una cornice in ufficio. Se vi chiedete cosa mi ha spinto a fare compleanni a 4 zampe, la risposta è istantanea: celebrare l’affetto e la devozione dei nostri Pelosi…perché  di questo si tratta, devozione assoluta che l’animale ha verso di noi esseri umani. Una famiglia di pelo.
http://www.kikipelosi.com/

Entonote
Le Entonote sono Giulia Maffei, biologa e comunicatrice scientifica e Giulia Tacchini, food designer. Giulia e Giulia si appassionano al tema dell'entomofagia durante il loro percorso accademico.
La loro passione le porta a fondare Entonote nel 2015, prima realtà italiana a divulgare il tema dell'insetto nel piatto da diversi punti di vista. Pubblicano il loro primo libro, "Un insetto nel piatto: piccola guida al cibo del futuro" Red Edizioni, nel Novembre 2016 e a Gennaio 2017 creano il format #Entoexperience, le cene private che Giulia Maffei e Giulia Tacchini organizzano tre volte al mese

https://www.entonote.com/
Franco “Tucci » Parenti
Milanese classe 1975, Franco “Tucci” Parenti cresce negli anni ’80, i cosidetti anni della “Milano da bere”. Ogni domenica, i suoi genitori lo portavano sempre al Bar Basso e, sorseggiando un aperitivo, Tucci inizia ad osservare quel mondo affascinante fatto di movimenti ipnotici e colori accesi, il magico mondo dei cocktail
Pochi anni dopo, Tucci capisce di essere innamorato della mixology decide che vuole farne parte. Da quel momento, inizia la sua storia che lo porterà ad essere uno dei bar porter più famosi non soltanto a Milano ma a livello internazionale.
Con un background accademico in Scienze Politiche ed esperienze dietro al bancone di locali iconici di Los Angeles, Londra, Parigi e Berlino, Tucci dal 2005 è il proprietario dell’Atomic  Bar di Milano, punto di riferimento della vita notturna milanese e pit-stop di artisti del calibro di Franz Ferdinand, Nick Cave e Depeche Mode durante i tour in città.
Tucci ha alle spalle collaborazioni con brand quali Fernet Branca, Paneari, Nespresso e personaggi del mondo food & design quali Rossana Orlandi, Jamie Oliver, Antonio Guida, Antonio Trovato e molti altri.

I PIU VISTI