News

Irlanda del Nord, giornalista uccisa durante scontri a Londonderry

Una giornalista di 29 anni è morta in seguito ad alcuni scontri a Londonderry, in Irlanda del Nord. La reporter, che si trovava sul posto per seguire i disordini, sarebbe stata colpita da colpi d'arma da fuoco.

Una giornalista di 29 anni è morta questa notte in seguito ad alcuni scontri a Londonderry, in Irlanda del Nord. Secondo le prime informazioni, la reporter, che si trovava sul posto per seguire i disordini, sarebbe stata colpita da colpi d'arma da fuoco. La notizia, riportata da numerosi media britannici, è stata confermata anche dalla polizia che su Twitter ha spiegato di aver aperto un'inchiesta e di star trattando l'episodio come «atto terroristico».

«Posso purtroppo confermare che a seguito di scontri a colpi d'arma da fuoco la notte scorsa a Creggan è rimasta uccisa una donna di 29 anni», ha scritto su twitter il numero due della polizia nordirlandese, Mark Hamilton, annunciando l'apertura di un'inchiesta. La vittima è stata identificata da alcuni colleghi in Lyra McKee. Secondo alcune notizie, gli scontri a Londonderry con i dissidenti repubblicani sono scoppiati dopo alcuni raid della polizia in abitazioni nelle zone di Mulroy Park e Galliagh.

I PIU VISTI