News

Parlamento Europeo: novità nella lotta al terrorismo internazionale

Il Parlamento ha costituito una commissione speciale formata da 30 membri con il compito di formulare delle strategie di lotta al terrorismo in Europa e per il rafforzamento della cooperazione transfrontaliera

Parigi. Bruxelles. Nizza. Stoccolma. Berlino. E soltanto quest'anno gli attacchi terroristici hanno colpito Londra e Barcellona. La minaccia è forte e in certi Stati membri come il mio, la Francia, lo è ancora di più. Un mostro onnipresente che incombe sui cittadini. Ciononostante, l'Europa resta uno dei luoghi più sicuri al mondo. Anche se c'è ancora lavoro da fare.

La lotta dell'UE contro il terrorismo si svolge su vari fronti: estirpando la radicalizzazione, migliorando lo scambio di dati tra le forze di polizia, rafforzando la cybersicurezza e i confini esterni, investendo di più nelle attività antiterroristiche e bloccando il flusso dei finanziamenti. Secondo una ricerca condotta in Francia, ad esempio, i terroristi avrebbero speso 108.000 euro per gli attentati del 2015 a Parigi. Per arrestare il flusso di denaro,L'attenzione del PE converge su riciclaggio di denaro e criminalità organizzata. Il terrorismo è una tipologia specifica di crimine, ma i metodi utilizzati sono quelli della criminalità organizzata, ossia chi porta avanti la tratta di esseri umani, il traffico di organi, il riciclaggio di denaro ecc. Il Parlamento ha costituito una commissione speciale formata da 30 membri con il compito di investigare ogni aspetto del terrorismo e trovare una risposta a livello di UE contro una minaccia che non ha confini.

I PIU VISTI