News

Quando Di Maio diceva: 'Se trovate una mia proposta di legge di condono su Ischia mi iscrivo al Pd' | video

Il video risale al 23 agosto 2017. Luigi Di Maio in un comizio del ad Ischia, a 48 ore dal terremoto che provocò il crollo di diverse case e la morte di due persone, diceva: “Se esiste una proposta di legge di condono, a firma Luigi Di Maio, che riguarda Ischia o qualsiasi altra Regione, mi iscrivo al Pd“.

Il video ormai virale sul web risale al  23 agosto 2017. A solo 48 ore dal terremoto che ad Ischia provocò il crollo di diverse case e la morte di due persone, Luigi Di Maio, all'epoca deputato del M5s, si era recato sull'isola dove aveva tenuto un comizio nel quale diceva: “Chiedo a tutti i parlamentari della Repubblica e tutti i giornalisti italiani di andare a vedere se esiste una proposta di legge di condono, a firma Luigi Di Maio, che riguarda Ischia o qualsiasi altra Regione. Se la trovano, mi iscrivo al Pd“.

Il fatto è che questa notte i relatori Gianluca Rospi (M5s) e Flavio Di Muro (Lega) hanno presentato un emendamento all’articolo 25 del decreto Genova, votato in commissioni Ambiente e Trasporti alla Camera, in cui si legge che “il contributo (alla ricostruzione post terremo per gli edifici, ndr) non spetta per la parte relativa a eventuali aumenti di volume oggetto al condono“. Per tutti gli altri casi, secondo la lettura di Legambiente, sì.

Una norma che consentirebbe di sanare edifici che perfino i due condoni approvati successivamente dai governi Berlusconi nel 1994 e 2003 vietavano, proprio perché posti in aree pericolose da un punto di vista idrogeologico e sismico, oltre che vincolate paesaggisticamente

(Twitter: @pietroraffa)

I PIU VISTI