News

Rapina Lanciano. Parla la donna aggredita: 'Non provo rabbia, ma dispiacere per tanta violenza inutile' | video

"Io li perdono perché questo mi aiuterà a recuperare serenità, ma lo Stato dovrà essere severo". Lo ha confidato Niva Bazzan, la donna aggredita e mutilata durante la rapina di Sabato scorso a Lanciano.

"Non provo rabbia, ma un grande dispiacere per tanta violenza inutile", ha detto Niva Bazzan, la donna mutilata a un orecchio dai banditi durante la rapina di sabato scorso a Lanciano. "Io li perdono perché questo mi aiuterà a recuperare serenità, ma lo Stato dovrà essere severo". Lo ha confidato, durante la visita ricevuta in ospedale dal prefetto di Chieti, Antonio CoronaNiva Bazzan, la moglie di Carlo Martelli, aggredita e mutilata all'orecchio dai banditi durante la rapina. "Non provo rabbia, ma un grande dispiacere per tanta violenza inutile", ha aggiunto la donna.

Ieri notte i tre esponenti della banda erano stati fermati in una golf blu con targa romena. I tre, due fratelli e un cugino, tutti romeni tra i 20 e i 30 anni, allarmati dalle indiscrezioni delle ultime ore sulla possibile identificazione da parte della polizia di stato degli autori del colpo costato la mutilazione di un lobo dell'orecchio alla signora Niva Bazzan, moglie del chirurgo, stavano scappando in macchina verso la Romania. Ora si cerca il quarto uomo, il presunto capo della banda.

Il chirurgo dall'ospedale di Lanciano, Carlo Martelli, ha raccontato"Ho avuto paura che ci uccidessero, ma non comprerò mai una pistola"(Twitter: PoliziadiStato)

I PIU VISTI