News

Rose, Reggio Calabria: pericoloso latitante si nascondeva

Il latitante Francesco Strangio aveva preso possesso della mansarda che contava due finestre e un balcone proprio sulla strada. La latitanza dovrebbe risalire al 2007 e Strangio deve scontare 14 anni.

La gente del posto racconta che quell’appartamento di 100 metri quadri era illuminato da poco tempo, forse una decina di giorni. Gli inquilini del palazzo si erano resi conto della presenza di un nuovo inquilino da una settimana. Rifugio scelto dal latitante, dunque, è Rose, cittadina a pochi chilometri da Cosenza. Il latitante Francesco Strangio aveva preso possesso della mansarda che contava due finestre e un piccolo balcone proprio sulla strada. Si spacciava per originario di Arcavacata. Dalle 20 di ieri sera, orario in cui è scattato il blitz, il latitante è uscito dal palazzo intorno alle 23, accompagnato dai militari dell’Arma. La latitanza dovrebbe risalire al 2007 e Strangio deve scontare 14 anni per narcotraffico internazionale, per aver gestito l’importazione di ingenti quantità di cocaina dal Sudamerica, dalla Germania e dal Belgio.

I PIU VISTI