News

Sudan, colpo di stato: l'esercito costringe Bashir a dimettersi

Il presidente del Sudan, Omar al Bashir, si è dimesso dopo 30 anni di regime. La folla celebra nelle strade di Khartoum con canti patriottici e slogan, dopo giorni di di protesta davanti alla sede dell'esercito

Il presidente del SudanOmar al Bashir, si è dimesso dopo 30 anni di regime e molti ministri sono stati arrestati. Intanto la folla celebra nelle strade di Khartoum con canti patriottici e slogan gli avvenimenti delle ultime ore, dopo l'annuncio di un'imminente dichiarazione delle forze militari, l'arresto dei membri del governo, i blindati appostati intorno alla residenza ufficiale del presidente Omar al-Bashir e lungo le arterie nevralgiche della città. Gli abitanti di Khartoum hanno accolto in massa l'appello dell'Associazione professionale sudanese, uno dei gruppi che ha promosso le proteste contro l'esecutivo, ad unirsi ai manifestanti che partecipano dal week-end scorso al sit-in di protesta davanti alla sede dell'esercito. L' esercito era entrato questa mattina nella sede dell'emittente radiotelevisiva di Stato, al quinto giorno di un sit in di protesta davanti al loro quartier generale di Khartum di migliaia di persone che invocano la rinuncia del presidente Omar Al Bashir, al potere da 30 anni. Tra loro anche Alaa Salah, 22enne studentessa di architettura a Karthoum, diventata simbolo della protesta.

I PIU VISTI