News

L'Uragano Michael ha già provocato 13 morti in America Centrale | video

Il governatore della Florida Rick Scott ha allertato la guardia nazionale che ha già 1250 uomini sul posto e 4mila a disposizione. Le forti piogge e le inondazioni nel weekend hanno già causato 13 morti nell’America centrale.

Alabama e Florida, hanno dichiarato lo stato di emergenza per l'Uragano Michael, che si sta rafforzando e che dovrebbe colpire la punta meridionale della Florida mercoledì, portando sino a 30 centimetri di pioggia e alzando il livello del mare di 3,7 metri. Le forti piogge e le inondazioni nel weekend hanno già causato 13 morti nell’America centrale. 

Lo stato di allerta riguarda tutta la costa del Golfo del Messico, da Tampa, in Florida, fino a New Orleans, in Louisiana, per l’uragano che è atteso sul suolo americano a partire dalla zona di Panhandle, ovvero il nord ovest della Florida, con una categoria 3.  

Il governatore della Florida Rick Scott ha allertato la guardia nazionale che ha già 1250 uomini sul posto e 4mila a disposizione. Scott ha anche ordinato l’evacuazione degli abitanti della costa dichiarando lo stato di emergenza in 35 contee. Michael si prepara a essere la più grave tempesta degli ultimi 15 anni a colpire la regione. Già oggi i venti potrebbero toccare i 160 km all’ora (Twitter: @Tictoc)

I PIU VISTI