News

Venezuela, milizie di Maduro sparano alla gente che chiede acqua

Un gruppo di delinquenti delle milizie armate da Maduro, per lo più delinquenti da lui assoldati, sparano contro la gente che chiede acqua, luce. Il paese ormai si ritrova in una crisi senza precedenti...

Nicolas Maduro ha annunciato 30 giorni di razionamento energetico e continua ad accusare l'opposizione di boicottaggio con l'aiuto di ingerenze esterne, soprattutto degli Stati Uniti. Numerosi reportage di media internazionali hanno inoltre mostrato lo stato delle infrastrutture nel paese. Uno degli elementi più assurdi è che l'approvvigionamento energetico di un paese che galleggia sul petrolio debba dipendere in larga parte da una diga, quella del Guri, poco lontano dalla capitale.

L'ipersvalutazione e gli ormai ripetuti blackout hanno totalmente bloccato il paese che si ritrova in una crisi senza precedenti che non può più essere ignorata. Molte persone hanno smesso di recarsi al lavoro quando il costo del biglietto dei mezzi pubblici era ormai superiore a quel poco che riuscivano a guadagnare come salario. Alla gente non è rimasto altro che scendere in strada a protestare con pentole e padelle.

Nel video, un gruppo di delinquenti delle milizie armate da Maduro, per lo più delinquenti da lui assoldati, sparano contro la gente che chiede acqua, luce. La dittatura genocida, di fronte alla quale alcuni restano neutrali.

I PIU VISTI