Ragusa 2017

Green System, la sicurezza al tuo fotovoltaico

Mettere in sicurezza i pannelli solari della propria casa. Ecco l'idea "Green Safety"

L'invenzione ha lo scopo di definire un dispositivo di sicurezza per i lavoratori e/o operatori nei sistemi fotovoltaici (FTV) sia durante interventi di normale utilizzo (manutenzione) sia in emergenza (incendio ecc) applicabile sia nelle civili abitazioni sia nelle attività industriali, il tutto regolato da un sistema domotico di controllo.

Il corpo dei Vigili del Fuoco e gli operatori del settore mettono sempre più in evidenza come un impianto fotovoltaico che da qui in poi sarà abbreviato con impianto PV (dal termine inglese photovoltaic) può rappresentare un pericolo di incendio sia se esso è a servizio di una singola abitazione sia, e a maggior ragione, se esso è inglobato in attività di dimensioni tali da essere soggette ai controlli dei VVF.

La necessità normativa di avere un sistema sicuro è emerso soprattutto in questi ultimi anni in seguito a gravi incidenti che hanno coinvolto direttamente macchinari ed operatori con gravi rischi per i lavoratori e per le strutture interessate. Il problema della permanenza di tensione continua nel tratto che va’ dal pannello all'inverter ad oggi non ha trovato soluzioni valide e tale problematica è emersa soprattutto dagli operatori della sicurezza (Vigili del Fuoco, squadre aziendali, ecc.) proprio in seguito ai numerosi eventi incidentali manifestatisi negli ultimi anni. I pulsanti di sgancio che ad oggi vengono inseriti a sicurezza del sistema FTV disattivano la tensione solo a valle degli inverter mentre le condutture elettriche che collegano i pannelli con gli stessi inverter rimangono costantemente alimentati durante le ore diurne con tensione continua che in molti casi supera anche gli 800 Volt.

Al momento, gli unici sistemi di sicurezza adottabili in tali impianti si riconducono a misure gestionali operative a carico delle squadre di emergenza sulle modalità di intervento.

La presente invenzione (sistema Safety Cover) è invece corredato da un sistema meccanico, con comando anche da remoto, che ha lo scopo di oscurare materialmente il pannello riducendo l'irraggiamento generato sullo stesso e limitando la tensione generata a valori pressoché nulli e, quindi, al di sotto dei limiti di soglia previsti dalle norme per la sicurezza degli operatori. Inoltre i materiali di appoggio e gli oscuranti delle celle fotovoltaiche ed il loro sistema di funzionamento hanno la caratteristica di impedire l'ingresso di acqua (grado di protezione IP adeguata) oltre che limitare la propagazione di un incendio (elementi resistenti al fuoco EI) che può generarsi tra i contatti elettrici del pannello.

Il sistema Safety Cover ha come obbiettivo principale quello di limitare l'insorgenza dell'incendio in quanto la protezione fisica del pannello lo protegge da agenti atmosferici pioggia, grandine, umidità ecc) riducendo l'usura dei componenti elettrici, l'attività di pulizia frequente tramite l'azionamento dello schermo oscurante contribuisce alla eliminazione di fogliame, escrementi di uccelli, ecc che se non eliminati possono provocare il fenomeno dell'hot spot che rappresenta una delle principali cause di incendio.

Oltre all'attività di prevenzione svolta dal sistema Safety Cover , questo svolge la sua funzione di compartimentazione passiva nel caso in cui l'incendio si dovesse sviluppare. L'annullamento della tensione per effetto dell'oscuramento è un criterio elementare ma scarsamente utilizzato per la difficoltà materiale di andare a porre un telo oscurante sui pannelli. Si evidenzia che il sistema Safety Cover (DomoticProtective for Photovoltaic Panel.) è in procedura di brevettazione presso l'ufficio Brevetti del Ministero dello Sviluppo Economico con il titolo “Sistema automatico di protezione e di sicurezza per sistemi fotovoltaici. Safety Cover. ” (domanda n. 102016000018385 del 23/02/2016).

Il progetto G. Safety Cover PV Sistema automatico di protezione e di sicurezza per sistemi fotovoltaici si è classificata tra i finalisti del Premio “Scintille un progetto di innovazione & ingegneria” organizzato dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri CERN ginevra, CNR (Consiglio Nazionale Ricerche), CIRA (Centro Italiano Ricerca Aerospaziale), Si è classificato tra i primi otto finalisti dello StartCup 2016 Palermo competizione a premi, promossa dall’Università degli Studi di Palermo, E' stato selezionato per “Startuppato 2016 When innovators meet innovators” 24 Novembre 2016 - Torino presso Treatabit incubatore del Politecnico di Torino;

E' stato selezionato tra i primi sette progetti alla 2nd edition of the Greening the Islands Awards 2016 in the island of Gran Canaria, Canary Islands, evento internazionale sui sistemi di energia sostenibile.

G. SAFETY COVER è stata selezionata come una delle semifinaliste del contest IFCHALLENGE ICT, promosso da TILT e AREA Science Park. uno dei principali partner Microsoft Italiani, AREA Science Park di Trieste, Innovation Factory srl e l’Università di Trieste. Tilt è uno dei partner di Grow It Up, l’iniziativa Microsoft legata al mondo delle Startup

I PIU VISTI