Reggio Emilia

Ludovica Scarfì (Ibm): "L'Emilia Romagna seconda regione italiana per le start up"

Cosa sta facendo Ibm per le piccole e grandi aziende digitali che anche in Emilia stanno esplodendo per numero e qualità

La presenza di Università importanti, una mentalità moderna fatta di interscambi culturali tra scuole ed imprese, sono i fattori che fanno dell'Emilia Romagna la seconda regione italiana per numero di start up.

Di questo si è parlato nel convegno dedicato alle aziende 2.0 con gli esperti di Ibm che da anni stanno mettendo a disposizione di queste nuove società mezzi per essere sempre più moderne

I PIU VISTI